VII° INCONTRO DELLE SCUOLE CECHE IN ITALIA

L’Associazione Praga e la Scuola Ceca Roma – in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Ceca in Italia e il Pontificio Collegio di San Giovanni Nepomuceno in Roma – sono stati gli organizzatori del VII° Incontro delle Scuole Ceche in Italia tenutosi nei giorni 8-10 marzo 2019 (venerdì presso il Nepomuceno, mentre il sabato presso l’Ambasciata della RC).

IL tema principale dell’Incontro è stato il bilinguismo: „L’insegnamento del ceco e della sua civiltà con particolare attenzione al bilinguismo dei bambini e dei ragazzi e la loro conoscenza della cultura ceca nell’ambito dei programmi di approfondimento delle Scuole Ceche in Italia: approccio, metodo, specificità“; oltre ciò le Scuole Ceche partecipanti hanno presentato novità e progetti che si sono cominciati a realizzare dall’ultimo incontro svoltosi.

All’incontro hanno partecipato le Scuole Ceche con sede a Bologna, Firenze, Milano, Napoli e Roma. L’importanza di quest’Incontro è stata sottolineata dalla costante e attiva partecipazione dell’ambasciatrice della RC Sua Eccellenza Hana Hubáčková, del  Bc. Th. Mgr. Vojtěch Novotný, vicerettore del Nepomuceno, e di alcune delle cariche istituzionali più alte per quanto riguarda la collaborazione con i connazionali all’estero: Ing. Tomáš Czernin, segretario della Commissione permanente del Senato della RC per i connazionali residenti all’estero; Mgr. Jiří Krátký, delegato straordinario per gli affari dei connazionali del Ministero degli Esteri della RC (che tra l’altro ha informato sul programma di sostegno del patrimonio culturale ceco all’estero per gli anni 2021/2025, il cui scopo sarà proprio quello di continuare a diffondere la lingua Ceca e la sua cultura al di fuori dei confini statali); Mgr. Monika Slabá, del Dipartimento per gli affari dei connazionali e dell’organizzazione del Ministero dell‘Istruzione della RC – Sezione legislativa e dei rapporti internazionali, ed altri.

Fondamentale è stato l’intervento della direttrice della Scuola Ceca Senza Frontiere, MUDr. Lucie Slavíková-Boucher, che tra le altre cose ha condiviso una riflessione sui cechi all‘estero a distanza di trent’anni dalla Rivoluzione di velluto e ha fatto notare l’importanza di attualizzare la legislazione ceca per quanto riguarda i rapporti coi connazionali. È intervenuta per i Centri cechi la Mgr. Petra Březačková, rendendo noto il progetto “Corri con Emil” (2020/2022) in onore del 100 anniversario della nascita di Emil Zátopek.

Parte integrante dell’Incontro sono stati come al solito gli interventi di alcuni esperti. Per quanto riguarda il bilinguismo è stato il prof. Vinicio D’Annunzio, neurologo e neurochirurgo, a introdurre la tematica.; grande interesse hanno riscontrato gli interventi della PhDr. Markéta Pánková, direttrice del Museo Pedagogico Nazionale „J.A. Komenský“ di Praga, e di PhDr. Jitka Kendíková, direttrice dell‘Istituto comprensivo “Jiří Guth-Jarkovský“ di Praga”, garante del Programma formativo della Scuola Ceca Roma. Simpatico, anche se fuori programma, l’intervento della Prof. Ivana Švagrová, proveniente dal liceo Italo-Ceco di Praga-Bohnice.

E’ stato seguito con un vivo interesse il laboratorio didattico a cura di Monika Kramná, maestra della SCR: ha mostrato con esempi pratici come si insegna a scrivere ai bambini mancini.

Grande novità di quest’anno è stato l’intervento di due giovani soci dell’Associazione Praga, rappresentanti della così detta “seconda generazione”, dell’avvocato Alessandro Di Paola e di Teresa Mele (studentessa del corso di laurea “Mediazione linguistica e culturale dell’Università “L’Orientale di Napoli”), i quali hanno confermato le loro competenze intervenendo riguardo la tematica della traduzione giuridica e quella dell’interferenza linguistica tra il ceco e l’italiano.

Samuele, alunno della 9^ classe della SCR, si è rivolto alle direttrici delle Scuole Ceche, con una simpatica lettera, proponendo di organizzare un eventuale Incontro degli alunni e studenti delle Scuole Ceche in Italia (la lettera, allegata, è scritta in ceco).

Non è semplice riassumere in poche righe gli interventi delle varie Scuole, per questo per gli interessati alleghiamo il Programma dell’Incontro e con le rispettive Annotazioni dei vari interventi (in ceco).

In breve:

  • Del programma della Scuola Ceca Napoli hanno sicuramente suscitato molto interesse i programmi di approfondimento e le attività extrascolastiche;
  • Nell’introduzione dell’intervento della Scuola Ceca Roma la sua direttrice si è soffermata sulla facile vulnerabilità di un progetto come la Scuola Ceca;
  • Nell’intervento di Milano siamo venuti a conoscenza di alcune novità rispetto all’ultimo incontro e soprattutto del giornale internazionale “Krajánek” (“Il piccolo connazionale”), disponibile online;
  • A Bologna si concentrano molto sullo sviluppo motivazionale per l’insegnamento di bambini bilingui.
  • Hanno attirato l’attenzione i nuovi progetti presentati dalla scuola fiorentina, dedicati alla memoria storica e alla collaborazione con le connazionali locali.

L’Incontro si è concluso con una vivace discussione sulle prospettive delle attività delle associazioni dei connazionali, sul futuro e un possibile sviluppo del progetto “Scuola Ceca”, non solo in Italia.

Il VII° incontro delle Scuole Ceche in Italia si è concluso con una passeggiata domenicale sulle orme del pittore italiano Caravaggio.

Il prossimo incontro – VIII° Incontro delle Scuole Ceche in italia – sarà organizzato dalla Scuola Ceca di Firenze.            (tm)

previous arrowprevious arrow
next arrownext arrow
Slider

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi